2 Pietro 2 – PEV & MTDS

La Parola è Vita

2 Pietro 2:1-22

Chi sono i falsi maestri?

1A quei tempi, però, ci furono anche dei falsi profeti, proprio come ci saranno anche fra voi dei falsi maestri, i quali, di nascosto, cercheranno di diffondere eresie che portano alla perdizione. Arriveranno perfino a rinnegare il Signore che li ha riscattati, ma faranno presto una fine terribile. 2Molti li seguiranno e vivranno come loro una vita corrotta e, per colpa loro, Cristo e la vera fede saranno diffamati.

3Questi maestri, per avidità di denaro, saranno pronti a dirvi qualsiasi cosa pur di sfruttarvi. Ma Dio li ha condannati già da tempo, e la loro rovina non tarderà a compiersi. 4Dio infatti non risparmiò neppure gli angeli che avevano peccato, ma li gettò nellʼinferno, confinandoli in buie caverne, in attesa del giorno del giudizio. 5E non risparmiò neppure quelli che vivevano nei tempi antichi, prima del diluvio, ad eccezione di Noè, il solo che insegnasse la giustizia di Dio; lo salvò insieme con altri sette della sua famiglia. Fu allora che il Signore mandò il diluvio sulla terra, facendo morire tutti gli uomini malvagi. 6Più tardi, Dio condannò alla distruzione le città di Sòdoma e Gomorra, che furono ridotte in cenere, perché servissero come esempio di ciò che dovevano aspettarsi tutti gli uomini increduli e malvagi.

7-8Contemporaneamente, però, il Signore salvò Lot che era un uomo giusto, rattristato dalla depravazione dei propri concittadini; lo salvò facendolo uscire da Sòdoma. Lot, infatti, era un bravʼuomo, che viveva in mezzo a quegli scellerati, assistendo giorno per giorno alle loro immoralità. 9Ciò vuol dire che il Signore può liberare i giusti dalle tentazioni e tener dʼocchio, invece, i malvagi, per punirli nel giorno del giudizio finale. 10Egli punirà soprattutto quelli che, per soddisfare le loro passioni vergognose, si abbandonano senza ritegno ai piaceri sessuali e disprezzano lʼautorità di Dio. Audaci e prepotenti, costoro non hanno paura nemmeno di insultare le glorie del mondo invisibile, 11mentre gli angeli del cielo, superiori in forza e potenza a questi falsi maestri, non osano portare davanti al Signore nessuna accusa offensiva contro di loro.

12Questi falsi maestri, come animali stupidi, agiscono per istinto e sono nati per essere catturati e distrutti. Essi offendono le cose che non conoscono, perciò periranno per la loro corruzione. Questa sarà la loro ricompensa per il male che fanno. 13Perché la loro felicità sta soltanto nel piacere del momento. Sono come tante macchie e tante vergogne fra voi, che venite ingannati, perché da una parte gozzovigliano nelle loro feste, mentre dallʼaltra partecipano ai vostri conviti fraterni, come se fossero persone oneste. 14Nessuna donna può sfuggire al loro sguardo pieno dʼadulterio, e non ne hanno mai abbastanza di peccare. Adescano le persone deboli e instabili, e hanno il cuore ormai avvelenato dallʼavidità di denaro. Sono uomini dannati e maledetti! 15Hanno lasciato la dritta via e si sono perduti, seguendo la via di Balaam, figlio di Beor, che si era lasciato affascinare dal denaro guadagnato col male, 16ma il suo folle progetto fu mandato a vuoto da unʼasina, che si mise a parlargli con voce umana e lo rimproverò.

17Costoro sono inutili come fonti senzʼacqua, promettono molto e non danno niente; sono instabili come nuvole portate dallʼuragano. Sono condannati alle tenebre più profonde. 18Sono questi falsi maestri che tengono discorsi pomposi, ma vuoti di significato e poi, facendo leva sui desideri sessuali più vergognosi e sulla libidine, adescano quelli che da poco sono sfuggiti allʼinfluenza di coloro che vivono nellʼerrore.

19«Non è con la bontà che sarete salvati», dicono, «perciò potete fare quello che vi pare, siate liberi!»

Ma questi individui che promettono la «libertà» sono essi stessi schiavi del peccato. Perché ognuno è schiavo di ciò che ha influenza su di lui. 20Infatti, dopo essere sfuggiti alle brutture del mondo, perché avevano conosciuto il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo, si sono lasciati di nuovo attanagliare e vincere dal peccato, perciò la loro situazione finisce per essere peggiore della prima. 21Per loro sarebbe stato meglio non aver mai conosciuto Cristo, piuttosto che averlo conosciuto, e poi aver voltato le spalle ai santi comandamenti che avevano ricevuto. 22Si è verificato per loro quello che dice il libro dei proverbi: «Il cane torna al suo vomito» e il maiale appena lavato torna a rotolarsi nel fango.

Mushuj Testamento Diospaj Shimi

2 Pedro 2:1-22

Panda yachachijcunaca jatun llaquimanmi ringacuna

(Jud 3-13)

1Chashna cajpipish llulla huillajcuna israelcunapurapi tiyashca shinallatajmi, cancunapurapipish pandata yachachijcuna tiyanga. Paicunaca, pandachishpa chingachij yachanacunatami, pacalla yachachingacuna. Paicunata Quishpichij Apu Jesustapish ‘Mana rijsinichu’ ningacunami. Chashnami jatun llaqui ñapish japichun paicunallataj llaquita cayacun. 2Achcacunami, chai runacunapaj pinganayaj millai ruranacunata catingacuna. Paicunamantami, Diospaj Shimita catijcunata cʼamingacuna. 3Chai panda yachachijcunaca, ashtahuan charisha nishpami, catinajlla shimicunahuan umashpa, cancunata quichushpa charijyangacuna. Ñaupamanta paicunapaj cachana tiyacushca jatun llaquicunaca, mana unaiyangachu. Paicuna chingarinaca, rijcharishca chaparacuj shinami shuyacun.

4Juchata ruraj angelcunatapish, Taita Diosca mana perdonarcachu. Ashtahuanpish paicunataca, Dios llaquichina punllacamami, ucu pachaman shitashpa, amsapi huichcashpa churarca. 5Ñaupa punllacuna cai pachapi causajcunatapish, Diosca mana quishpichircachu. Paita mana manchaj, chai runacunataca yacuhuanmi chingachirca. Dios munashca shina causanata huillaj Noellatami, caishuj canchiscunandijta quishpichirca. 6Sodomatapish, Gomorratapish Diosca jatun llaquita cachashpami, tucui ushpa tucujta rupachishpa chingachirca. Qʼuipa punllacunapi Diosta mana manchashpa causajcunaman ricuchingapajmi, chashna rurarca. 7Millanayaj mapacunata rurashpa causajcunata ricushpa, llaquilla causacuj, cashcata ruraj Lotllatami quishpichirca. 8Cashcata ruraj Lotca, paicunapurapi causacushpaca, millaita ruracujta ricushpa uyashpaca, punllantami paipaj almaca achcata llaquirirca. 9Chashnami Apunchij Jesusca, Paita yuyarishpa causajcunataca, millaipi urmanamanta quishpichin. Shinallataj millaita rurashpa causajcunataca, jatun llaquiman cachana punllacama huaquichishpami charicun.

10Ashtahuancarin Dios ama mandachun pʼiñashpa, quiquin millai munaillata rurashpa mapata causajcunatami, ashtahuan llaquichinga.

¡Chaicunaca mana caźujcuna, cʼariyajcunami! Jahua pacha mandajcunatapish mana manchashpa, millai shimicunata rimanllacunami. 11Angelcunaca, paicunata yalli imatapish rurai tucujcunami. Chashna cashpapish, chai mandajcunataca, Mandaj Diospaj ñaupajpi ima millaita shimicunahuan mana rimancunachu. 12Ashtahuanpish chai runacunaca, animalcuna shina ima yuyai illajllacuna cashpami, paicuna manapish yachashcacunata rimarinllacuna. Paicunaca japishpa, huañuchishpa chingachishca cangapajllami huacharishcacuna. Paicunaca, chingarina cashca shinallatajmi chingaringacuna. 13Shujtajcunata llaquipi churashcamantaca, chasquina cashcallatatajmi chasquingacuna. Paicunaca, punllapacha pinganayajcunata rurashpa cushicuj, mapa runacunami. Cancunahuan tandanacushpa micucushpapish, paicunaca mana allita rurashcamantami, jatun tucushpa cushicuncuna. 14Pi huarmita ricushpapish, huainayana yuyaillahuanmi ricuncuna. Juchata ruranataca, manataj shaicuncunachu. Manaraj alli yachajcunatapish, inquitashpami millaita ruranata yachachincuna. ¡Chingarina runacuna cashpami, paicunapaj shungupica, ima millaita ruranachishpapish, mana amishpa rurancuna! 15Paicunaca, alli causacushcamanta anchurishpami, Beorpaj churi Balaampaj millai ñanta catircacuna. Chai Balaamca, cullquita japingaraicullami, millaita ruranaman rirca. 16Pai chai mana allita ruranaman ricujpica, aparij upa burromi gente shina rimarca. Chai burro jarcajpimi, yuyai chingarishca shina mana allita ruranaman ricushcata jarcarirca.

17Chai panda yachachijcunaca, chaquishca pugyucuna shinami. Jatun huaira apashca pʼuyu shinallami. Chaicunapajca, tucuita yalli jatun amsami huiñaipaj huaquichishca tiyacun. 18Paicunaca, yanga mapa shimicunahuan inquitashpami, millai aicha munashcata rurashpa, panda causacujcunapuramanta anchushcacunatataj pandachincuna. 19‘Ñucanchijmi cancunataca, huatashcamanta cacharichigrinchij’ nishpapish, paicunallatajmari millai ruranacunapi huatashca causancuna. Maijanta pi mishajpica, paita mishajpajtami huatashca shina servina tucun. 20Ñucanchij Apu Quishpichij Jesucristota rijsishpami, cai pacha mapa munaicunamantaca quishpichishca carcacuna. Chashna cashca jahua, tsagnarishpa, cutinllataj chai millaiman tigrashpaca, ñaupata yalli millaimi tucun. 21Chaicunaca, Dios paicunata mandashca Shimicunamanta anchurinapaj randica, Dios munashca shina causanata mana yachashca cashpachari alli canman carca. 22Paicuna chashna tucujpimi: «Allcuca, pai shungu tigrashcata cutin micunllami. Cunanlla armachishca cuchipish, cutinllataj guźupi singurinllami» nishcataj pajtan.