La Bibbia della Gioia

Apocalisse 4

Una porta aperta in cielo

1Dopo di ciò guardai, ed ecco una porta aperta nel cielo, e la voce che avevo udito prima, simile ad un potente squillo di tromba, mi disse: «Sali quassù e ti mostrerò le cose che accadranno in futuro!»

Allʼistante, lo Spirito si impadronì di me. Cʼera un trono nel cielo e sul trono cʼera qualcuno seduto. Bagliori di luce provenivano da lui, come da un diamante luminoso o da uno splendido rubino; e il suo trono era circondato da un arcobaleno che sembrava di smeraldo. Attorno al trono cʼerano gli altri ventiquattro troni, su cui sedevano ventiquattro anziani, tutti vestiti di bianco, con corone dʼoro sul capo. Dal trono si sprigionavano lampi, voci e tuoni. Davanti al trono ardevano sette lampade, che rappresentano i sette spiriti di Dio, e di fronte cʼera come un mare trasparente, che sembrava di cristallo. Ai quattro lati del trono stavano quattro creature viventi piene dʼocchi davanti e di dietro. La prima creatura vivente era simile a un leone, la seconda a un toro, la terza aveva la faccia dʼun uomo e la quarta sembrava unʼaquila, con le ali aperte come se volasse. Ognuna di queste quattro creature viventi aveva sei ali coperte di occhi sia dentro che fuori. Giorno dopo giorno, notte dopo notte, le quattro creature continuavano a ripetere: «Santo, Santo è il Signore Dio, lʼOnnipotente, che era, che è e che verrà!».

E ogni volta che le creature viventi rendono gloria, onore e grazie a colui che siede sul trono e vive in eterno, 10 i ventiquattro anziani sʼinchinano davanti a lui e adorano Dio che vive nei secoli dei secoli; poi gettano le loro corone davanti al suo trono, dicendo: 11 «Signore nostro, nostro Dio, tu sei degno di ricevere la gloria, lʼonore e la potenza, perché sei tu che hai creato tutte le cose. Ed è per la tua volontà che esse esistono e furono create!»

Nkwa Asem

Yohane Adiyisɛm 4

Ɔsoro pon a wɔabue

1Miduu ha no, minyaa anisoadehu foforo a mihuu ɔsoro pon sɛ abue. Na ɛnne bi teɛɛm sɛ torobɛnto a mate sɛ ebi akasa akyerɛ me pɛn no na ɛkae se, “Bra soro ha, na mɛkyerɛ wo nea ɛbɛba eyi akyi.”

Prɛko pɛ, na Honhom no faa me. Na ahengua bi si soro hɔ a obi te so. Na n’anim hyerɛn te sɛ ahwehwɛbo ne mogyanambo. Na nyankontɔn a ɛte sɛ ahabamonobo atwa ahengua no ho ahyia. Na ahengua nketewa aduonu anan atwa ahengua kɛse no ho ahyia a mpanyimfo aduonu anan tete so a wɔhyehyɛ ntade fitaa ne sikakɔkɔɔ ahenkyɛw. Na anyinam ne aprannaa bobɔm fi ahengua no mu. Na akanea ason a wɔasosɔ redɛw wɔ ahengua no anim. Eyinom yɛ Onyankopɔn ahonhom ason. Na biribi te sɛ ahwehwɛ po a ɛyɛ kurunyenn sɛ ahwehwɛ da ahengua no anim. Ahengua no fa biara, na ateasefo baanan a ani tuatua wɔn anim ne wɔn akyi atwa ahengua no ho ahyia. Na ɔteasefo a odi kan no te sɛ gyata; nea ɔto so abien no te sɛ nantwi ba; nea ɔto so abiɛsa no anim te sɛ onipa; ɛnna nea ɔto so anan no te sɛ ɔkɔre a ɔretu. Na ateasefo baanan no mu biara wɔ ntaban asia a ani tuatua akyi ne anim nyinaa. Anadwo ne awia nyinaa na wɔto dwom se, “Kronkron, Kronkron, Kronkron ne Awurade Nyankopɔn Tumfoɔ a ɔtenaa hɔ na ɔwɔ hɔ na ɔrebɛba no.”

Saa ateasefo baanan no to nnwom de hyɛ nea ɔte ahengua no so a ɔte hɔ daa daa no anuonyam de ma no nidi da no ase. Sɛ wɔyɛ saa a, 10 mpanyimfo aduonu anan no butubutuw nea ɔte ahengua no so no anim som nea ɔte hɔ daa daa no. Wɔtow wɔn ahenkyɛw gu ahengua no anim ka se, 11 “Yɛn Awurade ne Nyankopɔn; wofata sɛ wunya anuonyam, nidi ne tumi, efisɛ, wo na wobɔɔ nneɛma nyinaa, na wo pɛ mu nti na wɔte hɔ.”