La Parola è Vita

Marco 13:1-37

Gesù parla del futuro

1Quel giorno, mentre Gesù usciva dal tempio, uno dei suoi discepoli disse: «Maestro, guarda che costruzioni meravigliose! E che decorazioni sulle pareti!»

2Gesù rispose: «Guarda pure ora, perché non sarà lasciata una sola pietra sullʼaltra, ma soltanto delle rovine!»

3-4Più tardi, quando si sedette sul Monte degli Ulivi, di fronte al tempio, Pietro, Giacomo, Giovanni e Andrea, in disparte, gli chiesero: «Quandʼè che accadrà tutto questo al tempio? Ci saranno prima degli avvertimenti?»

5Allora Gesù cominciò a dire ai discepoli: «Non lasciatevi ingannare da nessuno!

6Perché se ne presenteranno molti che si proclameranno vostro Messia, e ne inganneranno tanti. 7Quando sentirete parlare di guerre vicine o lontane, non abbiate paura, sono cose che devono accadere, ma non sarà ancora il segnale della fine.

8Nazioni e regni si dichiareranno guerra lʼuno contro lʼaltro; e ci saranno terremoti e carestie in molti paesi. Queste cose annunceranno soltanto gli inizi dei dolori. 9Ma quando cominceranno ad accadere, fate attenzione, perché sarete in grave pericolo! Sarete trascinati davanti ai tribunali e picchiati nelle sinagoghe. Per causa mia, sarete accusati davanti ai re e ai governatori. Avrete così lʼoccasione di parlar loro del Vangelo, 10la Buona Notizia che devʼessere divulgata su tutta la terra prima che vengano i giorni della fine.

11E quando verrete arrestati e processati, non preoccupatevi di ciò che direte in vostra difesa. Dite soltanto ciò che Dio vi suggerirà in quel momento. Non sarete voi a parlare, ma lo Spirito Santo.

12Il fratello tradirà a morte il proprio fratello, i padri tradiranno i propri figli, e i figli si ribelleranno ai genitori e li faranno morire. 13E tutti vi odieranno perché siete miei. Ma tutti quelli che resisteranno fino alla fine senza rinnegarmi saranno salvati.

14Quando vedrete la “cosa orribile” compiuta nel luogo ove mai dovrebbe accadere, (chi legge, cerchi di capire!) allora quelli che sono in Giudea scappino sui monti. 15-16E in fretta! Se vi trovate sulla terrazza, non scendete più in casa per prendere qualcosa. Se siete fuori nei campi, non tornate indietro, nemmeno per prendere denaro o vestiti!

17Guai alle donne incinte in quei giorni, e alle madri che allattano i figli! 18E pregate che la vostra fuga non avvenga dʼinverno, 19perché quelli saranno giorni di tale orrore, come non ce ne sono mai stati fin dallʼinizio della creazione, né mai più ce ne saranno! 20E se il Signore non abbreviasse quel periodo di sciagure, nessuno sopravviverebbe. Ma per amore dei suoi prescelti Dio ha accorciato il numero di quei giorni.

21E allora, se qualcuno vi dice: “Il Messia è questo qui!” oppure: “No, è quello là!” Voi non fidatevi!

22Perché si presenteranno molti falsi cristi e falsi profeti che compiranno miracoli meravigliosi per ingannare, se fosse possibile, perfino i figli di Dio. 23State attenti! Vi ho avvertito!

24Dopo la fine delle tribolazioni “il sole si oscurerà e la luna non risplenderà più, 25le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte”.

26Allora tutta lʼumanità vedrà me, il Messia, venire nelle nuvole con grande potenza e gloria. 27Ed io manderò i miei angeli in tutte le direzioni a radunare i miei prescelti, dai più lontani confini della terra e del cielo.

28Ora, ecco una lezione da imparare dallʼalbero del fico. Quando i suoi rami si fanno teneri e spuntano le prime foglie, voi sapete che lʼestate è vicina. 29Allo stesso modo, quando vedrete accadere queste cose di cui vi ho parlato, potrete essere certi che il mio ritorno è vicinissimo, proprio alle porte.

30Sì, questi sono gli eventi che segneranno la fine di questa generazione. 31Il cielo e la terra scompariranno, ma le mie parole resteranno per sempre.

32Tuttavia, nessuno sa quando verrà quel giorno e quellʼora, non lo sanno gli angeli del cielo, e neppure io, soltanto Dio Padre lo sa. 33E poiché non sapete quando sarà il momento, state allʼerta (pronti per il mio ritorno).

34Il mio arrivo può essere paragonato a quello di un uomo partito per un viaggio in un altro paese. Ai suoi dipendenti ha affidato del lavoro da svolgere mentre è lontano, e ha detto al custode di stare pronto per il suo ritorno.

35-37Ebbene, tenete gli occhi bene aperti, perché non sapete quando verrò: se di sera, a mezzanotte, alle prime ore dellʼalba o a mattina inoltrata. Che non vi trovi addormentati! Siate pronti per il mio ritorno! Questo è ciò che raccomando a voi e a tutti gli altri».

Chinese Contemporary Bible (Simplified)

马可福音 13:1-37

预言圣殿被毁

1耶稣走出圣殿的时候,有一个门徒对祂说:“老师,你看!这是多么大的石头,多么宏伟的建筑啊!”

2耶稣说:“你看见这宏伟的建筑了吗?将来它要被完全拆毁,找不到两块叠在一起的石头。”

3耶稣面向圣殿坐在橄榄山上,彼得雅各约翰安得烈私下来问祂: 4“请告诉我们,这些事什么时候会发生?有什么预兆?”

5耶稣对他们说:“你们要小心,免得被人迷惑。 6将有很多人冒我的名来,说,‘我是基督’,欺骗许多人。

7“你们听见战争爆发、战讯频传时,不要惊慌,因为这些事必然发生,只是末日还没有到。

8“民族将与民族互斗,国家将与国家相争,各处将有地震和饥荒。这些只是灾难13:8 灾难”希腊文是“生产之痛”。的开始。

9“你们要小心,因为你们将被送上法庭,将在会堂里受鞭打,又将为了我的缘故在官长和君王面前做见证。 10不过,福音一定要先传遍天下。 11你们被拘捕,受审讯的时候,不用预先考虑怎样辩解,到时候赐给你们什么话,你们就说什么话,因为那时候说话的不是你们自己,而是圣灵。

12“那时,人必把自己的弟兄置于死地,父亲必把儿子置于死地,儿女必反叛父母,置他们于死地。 13你们将为我的名而被众人憎恨,但坚忍到底的必定得救。

大灾难

14“当你们看见‘那带来毁灭的可憎之物’站在不当站的地方时(读者须会意),住在犹太地区的人要逃到山上去; 15在屋顶上的人不要下来,不要进房屋收拾行李; 16在田间的人不要回家取外衣。 17那时,孕妇和哺育婴儿的母亲们可就遭殃了! 18你们要祈求上帝使这些事不要在冬天发生, 19因为那是上帝创造天地以来空前绝后的大灾难。 20如果主不缩短灾期,恐怕没有人能活命,但为了祂所拣选的子民,祂已经缩短灾期。 21那时,如果有人对你们说,‘看啊!基督在这里’,或说,‘基督在那里’,你们不要相信。 22因为假基督和假先知将出现,行各种神迹奇事,如果可能,甚至会迷惑上帝拣选的子民。 23你们要小心,我已经把一切预先告诉你们了。

人子降临

24“大灾难过后,

太阳昏暗,

月亮无光,

25星宿陨落,

天体震动。

26那时,世人必看到人子驾着云、带着极大的能力和荣耀降临。 27祂必差遣天使从四面八方、天涯海角招聚祂拣选的人。

28“你们可以从无花果树学个道理。当无花果树发芽长叶的时候,你们就知道夏天快来了。 29同样,当你们看见这些事情发生时,就知道人子快来了,就在门口。 30我实在告诉你们,这个世代还没有过去,这一切都要发生。 31天地都要过去,我的话却永远长存。

32“但没有人知道那日子和时辰何时来到,连天上的天使和人子都不知道,只有天父知道。 33你们要小心,警醒祷告,因为你们不知道那日子何时来到。

34“这就好像一个人在出远门之前,把家中的事交给仆人,让他们各做各的工作,又吩咐守门的人要警醒。 35所以你们要警醒,因为你们不知道主人什么时候回来,可能是黄昏,可能是夜半,也可能是黎明或早上。 36别让他突然回来时看到你们在睡觉。 37我劝你们也劝所有的人,要警醒!”