Chinese Contemporary Bible (Simplified)

启示录 19:1-21

天上的赞美

1这事以后,我听见天上好像有一大群人在呼喊:“哈利路亚19:1 哈利路亚”意思是“要赞美上帝”。!救赎、荣耀和权能都归于我们的上帝! 2因为祂的审判真实公义,祂惩罚了那用淫乱败坏世界的大淫妇,为那些被她杀害的奴仆申冤。” 3他们又欢呼说:“哈利路亚!焚烧大淫妇的烟不断上腾,直到永永远远。” 4那二十四位长老和四个活物也俯伏敬拜坐在宝座上的上帝,说:“阿们!哈利路亚!”

5这时从宝座那里发出声音,说:“上帝所有的奴仆和一切敬畏祂的人,无论尊卑老少,都要赞美我们的上帝!” 6我听见有声音好像一大群人的呼喊声,又像洪涛,也像雷鸣,说:“哈利路亚!因为我们的主——全能的上帝已经执掌王权了。 7我们应当欢喜快乐,归荣耀给祂,因为羔羊的婚期到了,祂的新娘已预备妥当, 8获准穿上光亮洁白的细麻衣。”这细麻衣代表圣徒的义行。

9天使吩咐我说:“你要写下来,被邀请参加羔羊婚宴的人有福了!”他又说:“这是上帝亲口说的,千真万确。” 10我俯伏在他脚前要拜他,他却说:“千万不可!我和你并那些为耶稣做见证的弟兄姊妹同是上帝的奴仆。你要敬拜上帝,因为预言的真谛就是为耶稣做见证。”

白马骑士

11我看见天开了,有一匹白马出来,马上的骑士名叫“诚信真实”,祂凭公义审判、作战。 12祂的双目如火焰,头上戴了许多冠冕,写着一个只有祂自己才明白的名字。 13祂穿着被鲜血浸透的衣服,祂的名字是“上帝的道”。 14众天军穿着洁白的细麻衣,骑着白马跟随祂。 15祂口中吐出一把利剑,可以攻击列国。祂必用铁杖统治他们,踩踏盛满全能上帝之烈怒的榨酒池。 16祂的衣服和大腿上都写着祂的名号:“万王之王,万主之主。”

17我又看见一位天使站在太阳里,对空中飞翔的鸟大声呼唤: 18“来吧!一起来参加上帝的盛宴,一同享用君王、将军、勇士、马匹、骑士、自由人、奴隶和尊卑老少的肉吧!”

19我看见那怪兽、地上的众王及其军队聚集起来,要与白马骑士和祂的军队作战。 20后来,怪兽被俘虏了,在怪兽面前行奇迹的假先知也一同被擒了。这假先知曾用奇迹欺骗那些盖了兽印、敬拜兽像的人。他和怪兽一同被活活地扔进硫磺火湖里。 21怪兽的残兵纷纷被白马骑士口中的利剑所杀,飞鸟饱餐了他们的肉。

La Parola è Vita

Apocalisse 19:1-21

1Dopo queste parole, udii nel cielo il grido di unʼimmensa folla che diceva: «Alleluia! Lodate il Signore! La salvezza viene dal nostro Dio. Gloria e potenza appartengono soltanto a lui. 2Perché egli giudica con verità e giustizia. Egli ha punito la grande prostituta che corrompeva la terra col suo peccato ed ha vendicato lʼassassinio dei suoi servi».

3E, per la seconda volta, la voce disse: «Lodate il Signore! Il fumo della città incendiata sale per i secoli eterni!»

4Allora i ventiquattro anziani e le quattro creature viventi si prostrarono e adorarono Dio che siede sul trono, dicendo: «Così sia! Alleluia!» 5Poi una voce proveniente dal trono disse: «Lodate il nostro Signore, voi tutti suoi servi, voi che lo temete, piccoli e grandi!»

6Poi udii di nuovo una voce simile a quella di una folla immensa, o al fragore dellʼoceano, o al potente rombo dei tuoni; diceva: «Lodate il Signore! Perché il Signore, nostro Dio, lʼOnnipotente, ha preso possesso del suo Regno. 7Rallegriamoci, esultiamo e diamogli onore, perché è giunto il momento delle nozze dellʼAgnello. La sua sposa si è preparata. 8Le è stato permesso di vestirsi di tela fine, splendida e pura; e la tela fine rappresenta le buone azioni compiute da coloro che appartengono a Dio».

9Poi lʼangelo mi dettò questa frase: «Beati quelli che sono invitati al banchetto di nozze dellʼAgnello!» E aggiunse: «Dio stesso lʼha detto, e Dio dice soltanto la verità».

10Allora mi gettai ai suoi piedi per adorarlo, ma egli mi disse: «No, non farlo! Perché io sono un servo di Dio come te e come i tuoi fratelli cristiani che testimoniano la loro fede in Gesù. Adora Dio, invece, perché lo scopo di tutte le profezie e di tutto ciò che ti ho mostrato è quello di parlare di Gesù!»

Re dei re

11Allora vidi il cielo aperto, ed ecco apparire un cavallo bianco. E colui che lo montava si chiama «Fedele» e «Verace», perché giudica e combatte giustamente. 12I suoi occhi erano come fiamme e aveva il capo cinto da molte corone. Portava scritto un nome di cui soltanto lui conosceva il significato. 13Era avvolto in un manto tinto di sangue e il suo nome è «La Parola di Dio». 14Lo seguivano gli eserciti del cielo che montavano dei cavalli bianchi ed erano vestiti di puro lino finissimo.

15Dalla bocca gli usciva una spada affilata per colpire i popoli, che governerà con scettro di ferro. Egli calcherà il tino dellʼira furente dellʼOnnipotente Dio. 16Sul manto e sulla coscia porta scritto questo nome: «Re dei re, Signore dei signori».

17Poi vidi un angelo che stava in piedi nel sole. Con voce potente gridava a tutti gli uccelli che volano in alto nel cielo: «Venite! Riunitevi per il grande banchetto di Dio! 18Venite a divorare la carne dei re, dei capitani, dei valorosi; la carne di cavalli e cavalieri e di tutti gli uomini, grandi e piccoli, liberi e schiavi!»

19Poi vidi il mostro malvagio, che riuniva i re della terra e i loro eserciti, per combattere contro colui che montava il cavallo bianco e contro il suo esercito. 20E il mostro fu catturato, e con lui fu preso anche il falso profeta, quello che poteva compiere miracoli straordinari alla presenza del mostro, miracoli che ingannavano tutti coloro che avevano accettato il marchio del mostro e adoravano la sua statua. Tutti e due furono gettati vivi nello stagno di fuoco, dove arde lo zolfo.

21Il loro esercito fu completamente sterminato dalla spada affilata che usciva dalla bocca di colui che montava il cavallo. E tutti gli uccelli del cielo si saziarono della loro carne.